A Sanremo Giovani un malato di SLA con la musica firmata da Anastasio

23
Ott
2019
Pubblicato da:

La malattia, per quanto cattiva possa essere, non è in grado di fermare la passione per la musica. E’ quewsta determinazione e questo amore che ha portato a Sanremo lo chef di Oristano Paolo Palumbo, il malato di Sla più giovane d’Europa.

Il giovane che ha conquistato l’attenzione anche di Barack Obama, non si arrende alla malattia e dopo aver scritto un libro di ricette e guidato un drone con gli occhi, ora punta senza esitazioni al palco di Sanremo Giovani e ci riesce, arrivando ad essere oggi uno dei 65 giovani che hanno passato le prime selezioni.

“Il suono metallico del comunicatore sulle note della musica si trasforma e mi consente di cantare”, ha detto “Mi ha aiutato molto anche un ragazzo di Oristano, Cristian Pintus, anche lui ha avuto un’esperienza di vita piuttosto dolorosa ma quella sofferenza lo ha fatto diventare ancora più grande. È venuto a trovarmi a casa e siamo diventati subito amici”.

Con la sua band, Iostoconpaolo, e la sua canzone, Io sono Paolo, della quale ha scritto parole e musica con la collaborazione del rapper Anastasio (vincitore della scorsa edizione di XFactor), Palumbo ha già superato la prima selezione.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui