2 giugno 2020, il tenore Vittorio Grigolo canta l’Inno d’Italia nell’Arena di Verona senza spettatori

01
Giu
2020
Pubblicato da:

Il tenore internazionale Vittorio Grigolo si è esibito all’Arena di Verona nell’ambito dell’evento musicale Il canto degli italiani con l’interpretazione dell’Inno di Goffredo Mameli e Michele Novaro. La straordinaria esibizione sarà trasmessa martedì prossimo, Festa della Repubblica, su RaiUno alle 20.35 al termine del Tg1.

L’idea nasce dal sindaco della città di Verona, Federico Sboarina, e dal Manager artistico e responsabile degli eventi dell’Arena di Verona, Gianmarco Mazzi. La regia è è quella di Gaetano Morbioli, la direzione musicale e d’orchestra di Diego Basso, il progetto audio di Maurizio Parafioriti, la supervisione di Tony Renis, organizzazione di Cecilia Baczynski.

“Io amo vederla piena di gente”, ha commentato Grigolo in un anfiteatro spoglio e deserto. “Quale canzone migliore dell’inno patriottico, simbolo di amore, passione e speranza”, ha continuato, pensando all’esigenza di donare nuova forza e speranza agli italiani nella speranza di “vedere questo Paese sorridere di nuovo all’insegna della nostra grande musica”.

Il Canto degli Italiani, comunemente chiamato Inno di Mameli, fu composto da quest’ultimo nel 1847. Patriota di origine genovese ispirato dai principi dei moti rivoluzionari del ’48, Goffredo Mameli morì a soli 21 anni difendendo la mazziniana Repubblica Romana. L’Inno composto da lui e da Michele Novaro, tuttavia, sopravvisse sia ai moti sia alla Repubblica Romana, diventando l’Inno della Repubblica Italiana al posto della Marcia Reale, il 2 giugno del 1946.

 
 
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui