Zombie Boy, il manager “Non è stato suicidio, forse solo una caduta accidentale”

07
Ago
2018
Pubblicato da:

C’è ancora mistero attorno alla morte, avvenuta improvvisamente l’1 agosto, di Rick Genest, il famoso ragazzo tatuato che collaborò con Lady Gaga nel video di Born This Way.

Le prime notizie vedevano la sua morte come un gesto volontario, tutti l’avevano etichettata come suicidio inclusa la cantante che pubblicò su Twitter il primo sfogo, accusando il gesto come conseguenza alla depressione.

Eppure a pochi giorni dalla sua scomparsa arrivano le prime notizie ufficiali: a parlare alla stampa è il suo manager, quale portatore anche dei messaggi della famiglia. Non si tratterebbe di suicidio, la pista è stata quasi completamente esclusa sia dai familiari della vittima che dalla polizia. La caduta da quale balcone sarebbe un tragico incidente.

 

ZOMBIE BOY OFFICIAL PRESS RELEASE MONTREAL, August 3rd 2018 The statement made by the police of Montreal is accurate in terms of time and location. Zombie Boy’s death occured in Montreal’s Plateau–Mont Royal neighborhood on Wednesday. The classification of his death is yet to be determined, contrary to reports. We received the bad news early afternoon yesterday and members of the Dulcedo team rushed to support his family and loved ones, in this dark and difficult moment. We want to offer them our deepest condolences. Dulcedo Management is shocked and saddened by this tragedy. Zombie Boy, Rico, was loved by everyone who had the chance to meet and know him. Icon in the artistic scene and in the fashion and entertainment industries, this innovator has charmed all hearts. As you can expect, this is an incredibly difficult time for everyone involved. We ask that the privacy of his family be respected as they grieve and in the next coming days, an official statement will be made by his family. – Dulcedo Management

Un post condiviso da Zombie Boy (@zombieboyofficial) in data:

“La classificazione della sua morte deve ancora essere determinata, contrariamente ai rapporti” afferma il manager del ragazzo, che si sofferma sulle cause della sua morte Tutti noi e la famiglia di Rick riteniamo che ci siano troppe incongruenze intorno alla sua morte per definirla un suicidio e che le persone siano arrivate a certe conclusioni troppo rapidamente e sbagliando”.

Da qui il racconto dell’incidente, un brutto scherzo del destino Era con la sua ragazza nel suo appartamento e le ha detto ‘Vado sul balcone a fumare una sigaretta’. L’assenza si è prolungata per un tempo insolito, lei è andata a controllare e poi lo ha visto a terra”.   

Al momento queste restano solo ipotesi, sia la famiglia che gli amici attendono l’esito dell’autopsia dei prossimi giorni e il termine delle indagini “Tutti noi e la famiglia di Rick riteniamo che ci siano troppe incongruenze intorno alla sua morte per definirla un suicidio e che le persone siano arrivate a certe conclusioni troppo rapidamente e sbagliando”.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più