Separazione Bosè – Palau, il compagno dell’artista apre una causa per non separare i figli

06
Dic
2018
Pubblicato da:

L’addio tra il cantautore Miguel Bosè e l’ormai ex compagno Nacho Palau è ormai cosa certa, ma le dinamiche che riguardano la “separazione del nucleo famigliare” vedranno la coppia arrivare fino in tribunale.

Bosè aveva dichiarato che i 4 figli sarebbero stati separati, due sarebbero andati a vivere con lui mentre gli altri due con Palau. Una scelta che ha fatto molto discutere la rete e che non è piaciuta affatto a Palau, deciso ora a portare l’ex in tribunale davanti ad un giudice.

Tra i due si è aperta quindi una guerra: dopo una relazione durata oltre 26 anni, ora la coppia dovrà decidere come crescere i 4 figli (Diego, Tadeo, Ivo e Telmo).

Il primo accordo raggiunto subito dopo la rottura era che Diego e Tadeo, i gemelli più grandi, si sono trasferiti in Messico con Miguel, che li ha iscritti in una delle scuole più esclusive del Paese; Ivo e Telmo, nati sette mesi dopo, sono rimasti a Valencia, in Spagna, con Nacho. Oggi sembra invece che Nacho Palau abbia valutato più a fondo la situazione tanto da arrivare a capire che separare i quattro bambini fosse doloroso e sbagliato.

“Sebbene non siano fratelli di sangue, sono stati allevati come tali. Dunque non possono essere separati da migliaia di chilometri di distanza” afferma il suo avvocato, deciso a sostenere il suo assistito per mantenere uniti i bambini. Bosè la penserebbe diversamente e perciò Palau, per far valere le sue ragioni, è ricorso alle vie legali.

Il cantante, per ora, resta in silenzio. Come racconta El Pais, ha ricevuto importanti offerte di denaro dalle tv americane per parlare della questione. Ma non le ha accettate. Nemmeno Palau ha voluto raccontare la sua versione dei fatti alla televisione spagnola.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più