Morte Avicii, terminata l’autopsia: il primo risultato

21
Apr
2018
Pubblicato da:

In meno di 48 ore dalla diffusione dell’annuncio della sua scomparsa, arrivano i primi risultati dell’autopsia svolta sul cadavere dell’artista.

La morte del giovanissimo dj svedese, avvenuta nel pomeriggio del 20 aprile, non sarebbe legata al alcun sospetto criminale. Questo è quello che annuncia oggi una fonte delle forze dell’ordine per l’Agence France-Presse al sito TMZ.

Al momento non sono stati rilasciati ulteriori dettagliati riguardanti la vera causa che ha portato al decesso del giovane 28enne. Il ragazzo, come già affermato dalla sua portavoce ieri, è stato trovato senza vita in Oman nella mattinata di venerdì. La notizia della sua scomparsa si è diffusa solo dopo alcune ore.

Ad attirare l’attenzione sono stati inizialmente i problemi con l’alcol e le condizioni di salute spesso altalenanti del ragazzo. Alla ricerca delle cause del decesso si è messo anche il fratello dell’artista, attualmente in Oman sperando di trovare risposte.

In attesa di notizie più precise, si esclude quasi completamente l’ipotesi del suicido: a dimostrare la sua voglia di vivere anche le ultime foto condivise sui social, che lasciavano trasparire la voglia di lavorare e viaggiare che da sempre gli erano appartenuti.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più