Mattarella ricorda Battisti “Un genio che ha realizzato opere intramontabili”

10
Set
2018
Pubblicato da:

Il 9 settembre del 1998 moriva Lucio Battisti, uno degli artisti più importanti della storia italiana, che ha scritto e cantato la storia della nostra musica. Tutta l’Italia, tutti i cantanti, tantissimi artisti ma anche gente comune nella giornata di domenica lo ha ricordato, con frasi, messaggi e canzoni.

Tra i messaggi di ricordo spicca quello del presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, che ha scritto una lunga lettera alla vedova del cantante, Grazia Letizia Veronese Battisti.

“A vent’anni dalla precoce perdita di Lucio Battisti, figura indimenticabile della musica leggera italiana del secondo novecento, desidero ricordarne lo spessore artistico, la fervida creatività e le intuizioni geniali che hanno dato vita a opere intramontabili” si legge nella lettera pubblicata da tutti i quotidiani di questo lunedì.

“Fin dagli esordi impresse un impulso innovativo al linguaggio musicale del nostro Paese, sperimentando sonorità suggestive e stili assai diversi – prosegue ancora il presidente Il suo straordinario talento, insieme alla costante e rigorosa ricerca di evoluzioni espressive, lo hanno consacrato come un punto di riferimento nel panorama musicale italiano, superando, nonostante la sua natura schiva e riservata, i confini nazionali. Autentico precursore e interprete delle emozioni, delle inquietudini e dei mutamenti sociali e culturali di un’epoca ha influenzato generazioni di cantautori. Con questo spirito, rivolgo a lei, a suo figlio Luca e a tutti i familiari, sentimenti di ideale partecipazione”.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più