Il podio di Sanremo al centro delle polemiche, prete contro Mahmood “Il volo non ha vinto perché non sono musulmani”

12
Feb
2019
Pubblicato da:

Mahmood primo, Ultimo secondo e Il Volo terzo: un podio quello di Sanremo 2019 che sta destando da ormai alcuni giorni parecchie polemiche in molte direzioni. Oggi l’ultima uscita pubblica sul tema, che solleva parecchie polemiche, è quella di un prete.

La vittoria di Mahmood sarebbe arrivata solamente per questioni di religione e moda. Questo il pensiero avanzato sui social da parte di un sacerdote della provincia di Avellino, che su Facebook ha pubblicato un lungo post con scritto:

Sarò un sovranista…un fascista…un nazionalista…uno squadrista e tutti gli ista del mondo ma la canzone di Mahmood davvero non si può sentire… è semplicemente vergognosa…ma si è realmente fascisti e razzisti dicendo che non può vincere il festival della canzone italiana una schifezza del genere e che non si può dire a tutto il mondo che la canzone italiana è ridotta a quello schifo???? W IL VOLO… purtroppo hanno avuto una sola pecca non erano musulmani non erano immigrati non erano pieni di tatuaggi non erano drogati erano solo troppo italiani e con una canzone troppo italiana per vincere il festival della canzone italiana.”.

Il parroco, chiaramente sostenitore de Il Volo, sottolinea come a suo parere il giudizio del pubblico sia stato influenzato da aspetti culturali più che dal vero e proprio protagonista della gara, ovvero la musica.

Nel messaggio il sacerdote è chiaramente contro la vittoria di Mahmood, sostenendo che il suo brano non sia degno di rappresentare l’Italia nel mondo.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più