Biografia Sting

Sting, pseudonimo di Gordon Matthew Thomas Sumner (Wallsend, 2 ottobre 1951) è un musicista e attore britannico.

Sumner è nato a Wallsend, nella periferia a nord di Newcastle-upon-Tyne in Inghilterra, da Audrey, una parrucchiera, ed Eric, un lattaio.

Fin da bambino sapeva di voler diventare un musicista. Frequentò la St. Cuthbert Roman Catholic School a Newcastle, e successivamente l'università di Warwick a Coventry, ma non si laureò. Dal 1971 al 1974 frequentò un corso di preparazione per insegnanti.

Prima di suonare musica professionalmente, Sumner lavora come scavatore e insegnante di inglese e per un solo anno di disegno. Tiene i suoi primi concerti ovunque possa ottenere un lavoro. Suona con gruppi jazz, in locali come Phoenix Jazzmen e Last Exit. Si pensa che abbia ricevuto il suo soprannome mentre suonava con i Jazzmen, perché portava spesso una maglietta a strisce nere e gialle; uno dei componenti della band, Gordon Solomon, notò che sembrava un'ape, e così divenne Stinger (colui che punge), abbreviato poi in Sting (pungiglione). Si fa chiamare Sting da tutti, compresi i figli e compare come Gordon Sumner solo sui documenti ufficiali.....

Sting sposa l'attrice irlandese Frances Tomelty nel 1976. La coppia ebbe due figli prima del loro divorzio nel 1982. Poco dopo, Sting cominciò a vivere con l'attrice (e più tardi produttrice) Trudie Styler ma non si sposò fino al 1992. Sting e Trudie hanno avuto quattro figli. Joseph, il figlio avuto dalla Tomelty, sta seguendo le orme del padre come musicista. Anche se si dice che Sting possegga molti terreni nel Regno Unito e negli Stati Uniti, attualmente si considera a casa a Figline Valdarno in Toscana, dove ha comprato la villa del "Palagio".

Malgrado abbia ricevuto una laurea honoris causa in musica dalla Northumbria University è solo nell'estate del 2003, che Sting ottiene la carica di Commander dell' CBE. Sempre lo stesso anno, pubblica la sua autobiografia, Broken Music e sempre nel 2003, compare all' 81° posto della classifica I 100 peggiori inglesi elaborata via sondaggio, condotto dalla tv inglese Channel Four.

Sting è un appassionato di calcio e tifoso del Newcastle United F.C.

Nel 1977, a Londra, Sting, incontra il batterista americano Stewart Copeland e il chitarrista corso Henry Padovani, con i quali forma il gruppo rock/pop dei Police. Sono gli anni forti del punk londinese: il trio inizia a suonare in piccoli pub ed esordisce su 45 giri con l'autoprodotto Fall Out/Nothing Achieving. Presto Padovani viene rimpiazzato dal più esperto Andy Summers, veterano della scena musicale inglese le cui sonorità, pulite e curatissime, contribuiscono a distaccare definitivamente il gruppo dall'originario intendimento punk. I Police debuttano ufficialmente negli Stati Uniti nel 1978 con Roxanne.

Il gruppo ha svariati album in testa alle classifiche, europee e d'oltreoceano, tra il 1979 e il 1983, anno della loro separazione; i Police hanno vinto sei Grammy Award nei primi anni ottanta, come nel caso della loro canzone più famosa, Every Breath You Take. Il loro ultimo album, Synchronicity, è stato pubblicato nel 1983. Tra la fine del decennio degli '80 e la metà degli anni '90, si parla di riunione, forzata prima dalla casa discografica, A&M nel 1986, con la ri-registrazione di "Don't Stand So Close to Me" e poi nel 1992 nell'occasione delle nozze tra Sting e la Styler, e una performance dal vivo dei tre. La loro ultima "riunione" avvenne nel 2003 durante l'assegnazione alla Rock and Roll Hall of Fame nel marzo 2003.

Il 2007 si apre con una grossa novità per i suoi fan: Sting ricompone i leggendari Police per un tour mondiale in occasione del trentennale del primo singolo del terzetto britannico, Roxanne ma per una volta sola.

Il primo album da solista di Sting è The Dream of the Blue Turtles (1985); comprende il singolo "If You Love Somebody Set Them Free". In un anno, diventa tre volte disco di Platino. Nothing Like the Sun viene rilasciato nel 1987 e contiene le canzoni "We'll Be Together" e "Be Still My Beating Heart", dedicate alla madre morta lo stesso anno. Anche questo viene classificato disco di Platino ed è riconosciuto come uno dei più importanti album rock degli anni ottanta. Alla ricerca continua di sperimentazioni e contaminazioni, Sting l'11 luglio 1987 sale a Perugia sul palco dell'Umbria Jazz festival insieme al pianista Gil Evans e il sassofonista Branford Marsalis; durante questo live vengono eseguiti i brani "Roxanne", "Tea in the Sahara", "Consider me gone" e la cover del brano di Hendrix "Little wing" che Sting aveva già realizzato in studio per lo stesso album "Nothing like the sun". Alcuni brani di questo live sono stati registrati in un cd bootleg.

The Soul Cages, rilasciato nel 1991, dopo quasi quattro anni di silenzio, è dedicato al padre, morto poco tempo prima e include le canzoni All this Time (che raggiunge i vertici delle classifiche europee) The Soul Cages (che vince un Grammy) e Mad about you proposta anche in versione italiana con il titolo Muoio per te. Il tour europeo di The Soul Cages si apre a Newcastle, alla City Hall, il 21 aprile 1991. La sera prima Sting tiene un concerto acustico, assieme alla sua band dell'epoca (composta da Dominic Miller, David Sancous e Vinnie Colaiuta), al Buddle Arts Centre del quartiere Wallsend, a Newcastle, di fronte ad una platea selezionatissima. Il concerto viene trasmesso in diretta dalle stazioni radio locali. Un estratto verrà poi pubblicato su un CD ad edizione limitata chiamato "Acoustic Live In Newcastle" ( pubblicato in edizione occidentale e giapponese). La seconda parte del tour europeo legato a questo album si apre l' 1 novembre del '91 al palasport di Reggio Calabria. L'album diventa disco di Platino nel 1992. Nel 1993 registra Ten Summoner's Tales, che diventa tre volte disco di Platino in un anno. In luglio dello stesso anno esce il remix del brano "Demolition Man", originariamente registrato dai Police in Ghost in the Machine, ma usato nel film Demolition Man con Sandra Bullock. Il 17 luglio del '93 il questore di Catanzaro vieta un suo concerto allo stadio del capoluogo calabrese con un'ordinanza di diniego inviata al promoter musicale Ruggero Pegna. Il questore scrive testualmente che la musica dell' ex Police "avrebbe portato il pubblico allo scontro collettivo". Ne parlano i giornali di tutto il mondo. Il promoter decide si spostarlo a Cosenza.

Sting raggiunge, di nuovo notorietà tra il pubblico, nel 1994, quando con Bryan Adams e Rod Stewart canta la canzone "All For Love" dal film I tre moschettieri. La canzone rimane in cima alla classifica per cinque settimane e diventa disco di Platino. In febbraio, vince altri due Grammy Awards e ottiene altre tre candidature all'Academy Awards. Sempre nel 1994 il Berklee College of Music gli consegna la sua seconda laurea ad honorem in maggio. Infine in novembre registra la compilation di successi Fields of Gold: The Best of Sting che ottiene due dischi di Platino. Il disco contiene due canzoni inedite: "When We Dance" e "This Cowboy Song". Quest'ultima vede anche la collaborazione, per il video e il remix, del cantante Pato Banton.

L'album Mercury Falling, del 1996, ha un buon esordio, ma esce presto dalle classifiche, in particolare perché vende poche migliaia di copie negli Stati Uniti e perché Sting ha molti conflitti con la casa discografica A&M. Infatti, alla fine del 1996, la A&M viene comperata da Interscope Records una sottomarca della Universal. Comunque, Mercury Falling raggiunge la Top 40 con due singoli lo stesso anno: "You Still Touch Me" (giugno) and "I'm So Happy I Can't Stop Crying" (dicembre).

Sting ritorna nel settembre del 1999 con l'album Brand New Day, contenente "Brand New Day" (Top 40) e "Desert Rose" (Top 10). L'album divenne triplo Platino nel gennaio del 2001. Nel 2000, vinse un Grammy Award per l'album e la canzone con lo stesso nome. Alla cerimonia di premiazione, cantò "Desert Rose" con Cheb Mami. Per la sua interpretazione, la Arab-American Institute Foundation gli ha assegnato il premio Khalil Gibran Spirit of Humanity.

Nel 2001 Sting si esibì durante il Super Bowl. Aggiunse un altro Grammy alla sua collezione in febbraio. In aprile, durante un atterraggio in Italia, il suo aereo sbandò sulla pista, ma non rimase ferito. La canzone "After the Rain has Fallen" entrò nella Top 40. La sera dell'11 settembre tenne un concerto, nel suo casale sulle colline toscane, accompagnato da numerosi musicisti e di fronte a un pubblico di pochi intimi invitati per l'occasione. Il concerto avrebbe anche dovuto essere trasmesso in diretta via Internet, ma la trasmissione venne cancellata dopo l'attacco alle torri gemelle a New York, avvenuto poche ore prima. Venne trasmessa solo "Fragile", la prima canzone in scaletta, preceduta da un commosso e sommesso annuncio di Sting in omaggio alle vittime dell'attentato. L'intensità di quella serata sarà poi testimoniata dal disco All This Time, ma soprattutto dalla più completa e coinvolgente versione video in DVD. In All This Time si possono ascoltare versioni riarrangiate in chiave acustica e jazz delle migliori canzoni di Sting come "Roxanne" e "If You Love Somebody Set Them Free", con l'aiuto di musicisti di calibro come i fidi Manu Katché, Dominic Miller e Kipper nonché, tra gli altri, Chris Botti, Christian McBride e Jason Rebello. Successivamente, Sting registrò ancora "Fragile" per la raccolta di fondi America: A Tribute to Heroes.

Il 2002 fu un anno ricco di premi per Sting. Vinse un Golden Globe Award per la canzone "Until..." tratta dal film Kate & Leopold e ottenne la candidatura per il suo secondo Oscar. In giugno, entrò nella Songwriters Hall of Fame.

Nel 2003 uscì Sacred Love, un album originale con ritmi vivaci ed esperimenti e collaborazioni con l'artista hip-hop Mary J. Blige e il maestro di sitar Anoushka Shankar, figlia del leggendario Ravi Shankar, artista che partecipò a diverse date dell'Human Rights Now! Tour del 1988, accompagnando Bruce Springsteen, tour che vide coinvolto lo stesso Sting. Alcune canzoni come "Inside" e "Dead Man's Rope" furono molto ascoltate, ma complessivamente i suoni soffrono di una ripetitività che porta molti a pensare che Sting abbia perso la sua vena migliore.

Non è chiaro se fosse serio quando ha detto di essere "depresso". Tuttavia, ha scritto nel 1996 una canzone intitolata "Lithium Sunset", che sembra riferirsi al carbonato di litio, una cura per quel disturbo. Nel 2005 ha collaborato alla scrittura della canzone "Union " con i Black Eyed Peas , contenuta nell'album Monkey Business nella quale presta anche la sua voce.

Nel 2006 riscopre il liuto e ad ottobre pubblica, insieme a Edin Karamazov, il disco per voce e liuto "Songs from the Labyrinth", con musiche del famoso liutista John Dowland. Segue la tourneè che porterà i due ad esibirsi, tra l'Ottobre del 2006 e il Febbraio del 2009, in alcuni posti suggestivi e unici per un concerto di quel tipo, come ad esempio la chiesa di Santa Maria delle Grazie, il 13 dicembre 2006, in piena Milano. Nel 2006 inoltre, Sting partecipa all'album "Together as one" di Gregg Kofi Brown, con il brano "lullaby to an anxious child", scritto dallo stesso Sting ed interamente prodotto dagli Italiani "Novecento" Nicolosi productions www.nicolosiproductions.com

Il 17 Febbraio 2009 Sting è entrato in studio di registrazione per lavorare sul suo nuovo album solista, a 6 anni dall'ultima pubblicazione. L'album, intitolato "If On A Winter's Night" e dedicato a quella che il musicista definice la sua stagione preferita, l'inverno, è previsto per il mese di ottobre 2009. Come riportato sul sito ufficiale dell'artista, la raccolta comprenderà sia brani tradizionali anglosassoni che composizioni di Sting.

Sting ogni tanto si è avventurato nella recitazione. Debutta nel cinema con Quadrophenia (1979). Tralasciando la sua apparizione come personaggio diabolico in Le due facce del male (Brimstone and Treacle) (1982), e nel ruolo semi-romantico di Mick in Plenty (con Meryl Streep), uno dei suoi ruoli più famosi è quello di Feyd-Rautha Harkonnen nell'adattamento cinematografico di Dune (1984). Nel 1985 ricopre il ruolo di protagonista nel film The Bride, di Franc Roddam, in cui interpreta il ruolo del dr. Frankenstein che dopo anni di ricerca, dà vita ad una creatura femminile a cui dà il nome di Eva. Il film non è rimasto negli annali del cinema. Nel 1987 interpreta il ruolo dell'amante di Kathleen Turner nel film Giulia e Giulia (Julia and Julia, di Peter Del Monte). Di lui si ricorda, inoltre, un cameo nel film Il barone di Münchausen. È anche apparso in televisione (con delle partecipazioni nei Simpson e in Ally McBeal) e in teatro ne L'Opera da tre soldi di Kurt Weill. Nel 1998 appare nel ruolo di JD nel film Lock e Stock pazzi scatenati (Lock, Stock and Two Smoking Barrels).

Verso la fine degli anni ottanta, Sting sostenne fortemente i movimenti ambientalisti e umanitari, come Amnesty International. Infatti contribuisce sia Band Aid e poi al mega concerto di Live Aid. Con Trudie Styler e un Kayapó indiano come guida in Brasile, fonda la Rainforest Foundation per contribuire a salvare le foreste pluviali. Il suo appoggio a queste cause continua anche nel 2004 contribuendo agli aiuti nel sud-est asiatico per lo tsunami. Inoltre ha partecipato al Live 8 nel 2005 per promuovere la causa della cancellazione del debito nei paesi africani da parte degli stati più potenti e nel 2007, con i Police, al Live Earth in favore della salvaguardia del pianeta. Sempre nel 2005 è stato tra i principali promotori del movimento ambientalista Hydrogen (f)or Life, per lo sviluppo delle energie pulite e dell'economia dell'idrogeno.
Fonte: wikipedia.org
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più