Biografia Auf Der Maur

Un viso uscito da un quadro pre-raffaellita ornato da una cascata di capelli rossi, un corpo flessuoso e slanciato ed il basso suo immancabile compagno.
L'hanno chiamata la venere del grunge ma all'anagrafe risponde al nome di: Melissa auf der Maur.
Suo padre e' un uomo politico di grande prestigio e sua madre, Linda Goborieau, e' la prima donna Dj di Montreal.
Insieme al fratello Yves trascorre parte dell'infanzia in Kenia ma i genitori decidono di tornare in Canada dopo il terzo attacco di malaria di Melissa.
Cresce cosi a Montreal dove intraprende anche gli studi universitari in fotografia.
Non e' solo l'arte dell'obiettivo ad affascinarla:ha anche spiccate doti musicali. A 21 anni, il padre le regala il suo primo basso e Melissa, praticamente ignara di come si suoni, chiede subito alla punk band locale di potersi unire al gruppo. Le chiedono se e' brava e lei risponde "No ma lo diventero'".
Muove cosi i suoi primi passi nel mondo musicale ed entra a far parte dei Tinker.
Gli Smashing Pumpkins danno un concerto a Montreal: Melissa con alcuni amici va al concerto.
Uno dei suoi compagni di concerto getta contro Billy Corgan una bottiglia d'acqua: cosi provocato il cantante scende dal palco per picchiarlo. Melissa, dopo il concerto, si precipita a fare le scuse a Billy per l'imperdonabile comportamento del suo amico. I due cominciano a parlare e nasce un'amicizia: e' il 1990. I Tinker aprono alcuni concerti degli Smashing Pumkins ma la vita di Melissa sta per cambiare.
A Seattle muore tragicamente Kristen Pfaff, bassista del complesso Hole.
Courtney Love, capo indiscusso della suddetta band, si mette alla ricerca di una nuova bassista e chiede consiglio al suo ex-fidanzato Billy Corgan. Il ragazzo le consiglia di chiamare Melissa.
La ragazza declina l'invito e suo padre Nick si precipita a convincerla.
L'uomo ricorda che Melissa non aveva nessuna intenzione di entrare in una band dove c'era gia' una figura dominante, e Courtney era a dir poco soffocante! La seconda ragione del suo rifiuto: trovava gli Hole abbastanza commerciali e non in linea con la sua vena d'autrice.
Nick, che le ha sempre insegnato prima di tutto ad essere onesti verso se stessi, fatica non poco a convincerla a richiamare Billy.
Melissa si presenta all'audizione e vince subito il posto:lascia Montreal e si unisce agli Hole.
La nuova bassista suona per la prima volta al festival di Reading di fronte al oltre 60,000 persone.
Rimane con la band di Courtney per cinque anni e scrive alcuni pezzi per il loro ultimo album "Celebrity Skin".
Alla scadenza del contratto Melissa decide di lasciare il gruppo e dedicarsi, dopo un anno di pausa, alla sua carriera da solista.
Il progetto dovra' ancora aspettare perche' Billy Corgan la chiama al basso per il tour finale della carriera degli Smashing Pumkins.
Alla fine del gruppo, datata 2001, Melissa ha gia' all'attivo due importanti riconoscimenti:nel 1999 e nel 2000 vince il Gibson Award come migliore bassista insieme al suo fidanzato Dave Grohl, che ritira il premio come miglior chitarrista.
La storia d'amore finisce e Melissa decide di prendere, questa volta davvero, un anno sabbatico per dedicarsi alla fotografia e raccogliere le idee sulla carriera solista a lungo agognata ma sempre rinviata.
Fonda le "Hand of doom" gruppo specializzato in covr dei primi Black Sabbath ed incide un album dal vivo "Live in Los Angeles", concerto tenutosi alla Viper Room, lo stesso locale dove trovo' la morte per overdose l'attore River Phoenix.
Melissa ha una vera passione per gli artisti degli anni settanta come Ozzy e Robert Plant dei Led Zeppelin.Trova la loro voce a tratti quasi magica, dimostrazione che non si vergognano di esplorare anche la parte femminea di loro stessi:nonostante vivano sotto caschi di capelli incolti e lunghissimi.
A quasi 32 anni Melissa decide di farsi un bel regalo di compleanno e da' alle stampe il primo album solista "Auf der maur" dedicato alle sue origini europee.
Nel vecchio continente si sente come a casa e piu' libera di esprimere i suoi sentimenti in accordi e versi.In America tutto e' sotto il potere delle radio e dei giornali, non c'e' abbastanza liberta' artistica per lei.
Il disco e' interamente auto-prodotto: Melissa ha speso tutti i soldi guadagnati in anni di concerti in giro per il mondo con Courtney e Billy.
Cosi facendo ha avuto il pieno controllo sulla produzione ed ha chiamato a raccolta alcuni amici storici, Steve Durand chitarrista dei Tinker, James Iha, Enderson, Dave Grohl, mentre nuove collaborazioni artistiche sono nate con Chris Goss e Josh Homme dei Queens of the stone age.
Spiccano per assenza due nomi i leader di Smashing Pumkins e Hole. Una scelta fortemente voluta da Melissa che non aveva intenzione di trasformare il lavoro in una parata di stelle della musica.
Il rapporto di amicizia che la lega con Courtney e Billy pare essere terminato con i rispettivi contratti, ma sono state lo stesso esperienze molto importanti.
Sotto le Hole, Melissa ha preso dimestichezza col basso, ha imparato a suonare davanti ad un pubblico vasto e nelle occasioni piu disparate ed a vivere sotto la luce dei riflettori (cosa che non si puo' evitare stando a contatto con una donna che da sposata fa Cobain). Courtney le ha trasmesso l'amore per la musica selvaggia, a stretto contatto con la parte maschile del proprio animo,senza dimenticarsi mai di essere donna.
Da Billy ha appreso la dedizione alla musica e la professionalita' e a non scendere a compromessi con la propria arte.
In "Auf der Maur" (che esce in Europa in contemporanea con America's sweetheart) c'e' tutto questo e si evince gia' dalla copertina: il profilo nero di Melissa si staglia su uno sfondo rosso in posa tipicamente maschile col suo basso.
La cantante bassista non vuole lanciare nessun messaggio che salvi il rock al femminile:solo una donna, un basso e tanta energia. Nuove figure si stanno imponendo sulla scena: Brody Dalle su tutte e Melissa crede che una nuove generazione stia prendendo il volo.
Nel disco forte e' l'influenza dei suoni tipici dei Queens of the Stone age, percebili nel singolo apri-pista "Followed the waves" ma Melissa non abbandona l'amore per gli anni settanta "Real a lie" e da li' salta fino a Chrissie Hindie "Taste you".
Notevoli anche le prove da pianista, una su tutte "Overpower thee" che la vedono allo strumento aiutata dalla sola voce.
Melissa e' in giro per il mondo impegnata nel tour promozionale: di recente il viaggio ha toccato anche il nostro paese: e' stata a Milano come supporto dei "A perfect circle".
Adora l'Italia e tra le tante qualita' che ci riconosce c'e' anche la cultura del vino, che in America e' totalmente assente.
Parlando di sostanze potenzialmente inebrianti, Melissa ammette di aver provato in gioventu' i funghi allucinogeni ma di essersi tenuta lontana dai tipi di droghe pesanti piu' diffuse durante tutta la sua militanza negli Hole e negli Smashing Pumpkins.
Fonte: Musictory.com
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più